Tre Allegri Ragazzi Morti

Se hai un umore dispari e ti senti un po’ giù, il tuo affezionatissimo è qui per regalarti un’allegra y spensierata lettura.
In collaborazione con quei sapientoni di wikipedia, ecco una lista di storici personaggi che hanno deciso di togliersi la vita.
Uh, ci sono anch’io. [link]
E mi raccomando: don’t try this at home.

Guida Alle Elezioni Politiche

A poche ore dall’apertura dei seggi, ecco una breve lista di tutti i partiti politici che si presentano alle elezioni.
La guida, stilata in modo semplice ma rigoroso, va incontro a tutti quei cittadini elettori che non hanno ancora deciso a chi affidare la loro preferenza.
Il post è stato scritto con la determinante collaborazione di Cozlamù.

Aborto? No Grazie: Se l’aborto avesse avuto maggiore diffusione, probabilmente non saresti qui. Il voto glielo devi.

Autonomia Sud: Partito fondato dai lavoratori dell’Anas sulla Salerno-Reggio Calabria. Promuove l’interruzione dei lavori assieme alla progressiva distruzione di tutti gli altri collegamenti con il nord. Un’incisione rupestre rinvenuta sul bivio di Sicignano così recita: “cchiù pochi ne simm’, cchiù belli parimm’”. Esperti archeologi tentano da anni di decifrarne l’oscuro significato. [*]

Forza Nuova: E’ un simpatico e scanzonato movimento culturale, ora organizzato in partito politico, che chiama a raccolta i cinquantenni sovrappeso, appassionati di Guerre Stellari. “Eia eia Jabba the Hutt” è il motto di questi nostalgici della fantascienza. [*]

Grilli Parlanti: Questo partito candida alle elezioni quasi tutti i protagonisti delle favole per bambini. C’è Pinocchio, Biancaneve, La Bella addormentata nel bosco, la Strega cattiva, il gatto, il topo, l’elefante, non manca più nessuno, solo non si vedono i due leocorni. Capolista al Senato il Mago Zurlì.

Italia dei Valori: La nostra banca è differente. [*]

La Destra: Movimento politico che non ha bisogno di presentazioni. Da sempre indica, nei locali pubblici, l’esatta ubicazione dei cessi. [*]

Lega Nord: Capeggiata dall’inossidabile Thor e fallita l’annessione alla Groenlandia, la Lega Nord propone l’uso del territorio meridionale per la coltivazione intensiva del cotone. [*]

Movimento Europeo Diversamente Abili: Associazione politica di nuova costituzione, nata con il dichiarato intento di truffare L’Inail.

Partito Comunista dei Lavoratori: Partito di grande tradizione, raccoglie al suo interno gli operai superstiti della Tissen Krup, manda corone di fiori alle vedove e regala lecca lecca agli orfanelli. Al grido di “lavoratori a tempo indeterminato unitevi”, rischia di non superare la soglia dello 0,1% di consensi a causa dell’ormai prossima estinzione di questa categoria. [*]

Partito Democratico: Poliedrico schieramento politico che concorre contemporaneamente per le elezioni italiane, la Casa Bianca, il Palio di Siena, il Gran Premio del Giappone e Miss California. [*]

Partito Liberale Italiano: Un partito dal così scarso potere politico che hanno deciso di presentare un programma di governo solo per l’Italia in miniatura. [*]

Partito Socialista Italiano: Nasce con il preciso intento di ricalcare i successi del suo omologo spagnolo. Per aspirare a tale impresa, ogni candidato è obbligato a parlare catalano, a bere sangria e a suonare le nacchere. Candidato premier Julio Iglesias. [*]

Per il Bene Comune: Formazione complessa. Riunisce al suo interno la corrente di pensiero del “Massimo Comune Denominatore” e quella del “Minimo Comune Multiplo”. Difficilmente riuscirà ad ottenere seggi in Parlamento, data la necessità per il cittadino che volesse votarla, di risolvere un’equazione di secondo grado a 3 incognite. [*]

Popolo delle Libertà: Nuova formazione politica che trae ispirazione e guida dal famoso motto della Repubblica francese: “Liberté, Égalité, Mediasét”. Data l’ampia gamma di significati del termine libertà, il partito si promuove di affermare principalmente il proprio, a personale uso e consumo. [*]

Sinistra Arcobaleno: Non hanno idee politiche rivoluzionarie, ma sono elegantissimi nei loro maglioni griffati Missoni. [*]

Sinistra Critica: Forte del motto “non sappia la tua destra ciò che fa la tua sinistra”, è un partito perennemente contrariato, ad ispirazione lunatica. Gemelli ascendente bilancia. Punta il dito indice quando è in vena, altrimenti alza il medio. [*]

Unione Democratica dei Consumatori: Nuovo soggetto politico creato dai concorrenti del Grande Fratello. Stanchi di patire la fame, si propongono di eliminare le sfide settimanali per consentire l’acquisto di generi alimentari di prima necessità; come ad esempio: i sott’olio Saclà e i quattro salti in padella Findus. Le preferenze si potranno esprimere soltanto tramite televoto. [*]

Unione di Centro: Sono favorevoli all’abrogazione della Legge Merlin e alla riapertura immediata delle case chiuse. Casini Santo subito! [*]

L’Ora Dell’Amore

Le cinque frasi che dico più spesso in una relazione.
Per relazione è da intendersi quella travolgente storia d’amore che può durare dalle 6 alle 48 ore.
Superato tale lasso di tempo diventa incesto.
Feat. Viola21

1) Non ti sopporto più
2) A che ora si mangia?
3) Ti chiamo io
4) Va bene un assegno?
5) Se ti fa male, lo tolgo

À La Guerre Comme À La Guerre

Ufficializzate le cifre della gloriosa campagna irachena.
Sono 4mila i militari caduti nel nobile tentativo di esportare la democrazia.
Non è molto salutare, operare nel mercato dell’import-export.

Molto più alte le cifre riguardanti le vittime civili irachene.
Non esistono numeri ufficiali ma secondo stime autorevoli, i morti oscillerebbero tra le 82mila ed oltre il milione di unità.
Secondo la questura, una dozzina.

Rigetto organico.
Per tentare un parallelo medico, è come se nel tentativo di impiantare un cuore nuovo ad un cardiopatico, perdessero la vita: il paziente, tutta l’equipe medica ed un terzo dei degenti del reparto.
Riuscito!

Telecomando

Ultimamente mi addormento sempre davanti alla tivvù.
Mi immergo in poltrona e pian piano sprofondo in letargo.
Anche l’altra sera, mentre guardavo una tribuna politica, mi sono appisolato sul più bello e quando ha iniziato a parlare Berlusconi, nel sonno, ho cambiato canale.

Il Buco

Le infilai delicatamente due dita nell’orifizio.
Inizialmente sapevo di non provocarle piacere, anzi, ma piano piano le pareti divenivano più umide ed era tutto più facile, almeno per me.
Si lamentava, emetteva deboli suoni incomprensibili.
Cominciai ad andare in profondità, sempre di più.
Volevo farla star bene.
Ormai le mie falangi erano dentro di lei, in tutta la loro lunghezza.
Finalmente vomitò.