Arrivederci Panzon

Panzon si è messo il vestito migliore ed è pronto a varcare la soglia per abbracciare la piccola.
Anche questa volta però, il suo girovita è incredibilmente esuberante ed un abbraccio incompleto è solo un abbraccio mancato.
Quando sarà abbastanza forte da rinunciare al secondo, per un abbraccio degno di questo nome?
Riempie lo stomaco per riempire l’anima, Panzon.

La piccola, d’altro canto, è una carogna schifiltosa.
Ultima al campionato mondiale d’apnea in appartamento, e la pancia di Panzon è davvero un buon alibi per lei.
Lo vede una volta l’anno, solo se l’anno è dispari, e non riesce nemmeno a far finta che il suo alito non sappia di tropici, così caldo e umido com’è.
Uno spiffero all’aroma di cotone, carta, tabacco e gas butano.
Così trattiene il respiro finché può, per poi lasciar la presa e correre sul balcone in cerca di un odore qualsiasi che non sia quello di Panzon.

Quando crescerà? Le piace restare piccola. L’infanzia è così comoda.

Nella migliore delle ipotesi un giorno Panzon, tirando su da una sigaretta, prenderà il volo, come una di quelle mongolfiere colorate a Chateau D’Oex.
Lei lo guarderà salire sempre più in alto.
Leggero e sottile come non lo è stato mai.
E qualcuno finalmente lo saluterà, bellissimo, nell’abito migliore.
Arrivederci Panzon.

18 pensieri su “Arrivederci Panzon

  1. non so, mi fa strano Panzon, un pò mi viene da detestarlo e sperare che veramente vada. un pò mi fa tenerezza, mi devo decidere per forza?

  2. mia sorella chiama il fidanzato panzon da quando si è innamorata di frida khalo!

    comunque io ci vedo un sacco di citazioni, per lo meno tre…

    :)

  3. Ispirata da vite altrui (Frida, un’eroina) e dalla mia, ho scritto di Panzon circa un anno fa. Pensavo avrebbe suscitato simpatia, solidarietà visto che incarna le nostre debolezze. C’è chi ingrassa, ledendo esclusivamente se stesso, e c’è chi raccoglie i i propri spasmi per convogliarli sugli altri. Personalmente preferisco gli ingordi che finiscono per gonfiarsi a tal punto da togliere il distubo volando via.

    Perciò, non accanitevi.

    Ilaria

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>