Doll

Quando non si ha più voglia, lo si dovrebbe urlare.
Che senso può avere un gioco che annoia?
Nessuno, certo.

Le cose finiscono o al limite saziano e vengono a uffa.
Bisogno fisico di respirare, di riprender fiato.
E tutti i giorni, le ore e i minuti passati assieme?
In soffitta, dentro un cesto colorato, tanto spazio ce n’è.

Provo a spegnerti.
Donna dai tre pulsanti.
On – Off – Troia.

47 pensieri su “Doll

  1. uhm….strano…di solito è

    uomo on-off-stronzo

    o probabilmente ci sono entrambe le versioni…sempre per la parità dei sessi…

  2. c’è anche un’altra opzione. premi il reset dietro. a quel punto puoi scegliere uomo o donna. magari ti ricominci a divertire, hai un giochino praticamente nuovo :-D

  3. la noia ha il sapore della routine, che prima o poi stufa… si cercano “labirinti esotici” per la propria mente fino a quando non la si reincontra.

    E’ una dannazione ed una certezza che ti fa sentire “un caronte” che non arriva mai dall’ altra parte…

  4. hai proprio ragione è per questo che ancheio ho detto basta dopo 8 anii..mamma mia…solo che a distanza di due mesi mi son già rotta di tutti quelli che i ronzano intorno…gente poco interessanta… ma magar fossero on-off = stronzo….

    qui sono off off = demente

    aiuto…è possibile che ci siano persone così poco interessanti…

    poi non parliamo del sesso che fa pena….

    la prima passabile..la seconda cos’ così la terza pensano che tu sia innamorata????? ma dove…. la terza è solo un’altra chance (si scrive così) boh…non vi capisco

  5. tutto ha un ciclo… amori sesso storie… tutti iniziano e finiscono… ed sapete una cosa è giusto così.

    L’importante è vivere il presente: adesso e qui.

  6. può essere! spesso è noia, vero! quando finisce e basta sono propensa a credere che solo non si è voluto indagare!

    Cmq vorrei considerare un’ altra ipotesi. L’ assopito che si ridesta.

    Come polvere quando pulisci gli fai prendere il volo e lui? ci mette il tempo che ci mette si, ma ritorna inesorabilmente in posizione.

    Arriva come vento, inaspettato violento incontrollabile incontenibile…

    che immagine poetica…che romantica e invidiabile espressione …e invece mica tanto santoiltuodio…(e dico santo)

    e devasta, soffia spazza frusta libera le braccia

    invitante sulla piega del collo seduce il suono del richiamo sottile tra i capelli

    quello che eri, che sei stato, che sei che saresti e che sarai…



    Quello che resta del nostro passato non rinnegarlo è tempo sprecato! (Negramaro)

  7. e tu quale pulsantino scegli?…..il terzo?…ma noooo….tu sceglierai il secondo….Daltronde la minestra riscaldata dopo un po’ stufa…vero fassbinder?…:-)

  8. è un po’ come quando ti rompi le palle. non va bene. preservare l’integrità delle palle del/la tuo/a compagno/a secondo me è il più grande gesto d’amore che c’è. :)

  9. Sei un militante

    nella pianura degli asparagi

    svetti di cacio

    sul pane ballerino

    tra i denti suadenti

    pizzicori abietti

    o scherzi col fuoco?

  10. cmq tutto dipende dall’ordine di come vengono pigiati… io sceglierei un “on – troia – off” con il troia solo conseguente all’on però!!!! :-)

    Ciao!!!

  11. La Norma è UOMO ON STRONZO IDIOTA.

    That’s ALL!!

    Fass, lasciami indovinare: sempre la tua ex?

    Non eri tu che lamentavi il fatto che ogni due tre post di bloggers donne ce n’era uno di monumento al cadavere??

    :-/

    L.H.

    p.s. perchè l’importante è essere coerenti.

  12. L.H.: Ex non ce ne sono.

    Cadaveri nennemo, se proprio vuoi trovarlo per foza sono io, non “lei”

    La coerenza e’ una stronzata!

    poi alla fine le cose uno se le immagina a piacimento ;)

  13. hey ciau.. ho visto il commento che mi avevi lasciato tantissimo tempo fà e sono venuta a visitare il tuo blog… molto particolare questo post… chissà se è riferito a qualcuna in particolare… ciau passa da me ogni tanto.. baci ely

  14. bhè secondo me in soffitta ora, con sto caldo, si soffoca un pò

    ma mi sa che hai ragione. i ricordi colorati e pure quelli in bianco&nero van messi lì

  15. ma perchè ancora si creda che qualcosa possa essere x sempre?

    se moriamo noi, muore anche il resto.

    l’importante è viversi le cose al massimo, se poi finiscono qual è il problema?

    tanto ne iniziano altre.

    e gira gira gira

  16. considerato che credo che una delle poche utilità dell’uomo sia fare lo scaldapiedi nelle notti d’inverno posso anche passartela…

    ;-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>